Benvenuti nel mio minimondo creativo...qui potrete vedere le foto di ciò che amo fare nel tempo libero, mi piace creare bijoux, ricamare, dipingere su ceramica/porcellana e altro..... qui troverete, come dico appunto nell'intestazione del mio blog, di tutto un ...po'

Prime viole!

sabato 8 marzo 2014


Ecco le prime viole.... sulla riva del  fosso si mostrano in tutta la loro bellezza! sono qui  per annunciare l'ormai imminente Primavera..... sono profumatissime e mi hanno ricordato una poesia scritta da mio marito dove sono menzionate anche loro....a me questa poesia piace davvero tanto e, per chi non capisce il dialetto, è molto bella anche in italiano (scusate forse son di parte)..... spero piaccia anche a voi!

solita premessa: in questo dialetto milanese/lombardo, le ä sono molto aperte e spesso sostituiscono le e


I prufümm d’una veulta

L’udur di graton apäna tustà,
da l’ingrass bütà sul  prà,
d’un campätt d’ärba medica
apäna taià,
l’udur d’un fiur selvadic nasù inscì pâr lù,
cal prufümm d’la früta madüra in sü i piant,
d’la turta tri par tri, che ma piaseva mi
mis’à cheuss in dal fûrna dal prestinè,
o d’la lavanda pumpada
in facia dal barbè,
cun al ciplacà di uselin,
anca l’aria l’era prufumada,
l’era la culonna sonora d’la nostra giurnada.

Ma vegna da dì: “pôra gent
dal dì d’incheau,
g’han tüscoss, ga manca nient
par vess cuntent”,
ma mì…g'hù nustalgia, dal prufumm di vieul,
che nasevan selvadic in fund a la
via,
dal savon e d’la lisciva,
di pagn distess su la corda a sugà ,
dal fen apäna tajà,
d’la striscia prufumada
da giuss,
che perdeva al navascin
che’l turnava dal prà
apäna ingrasà,
che… en nò udùrr che fan disgustà,
ma prufümm…meravigliuss da ricurdà.


Tarantola Giancarlo











qui invece nel fosso, c'era una famigliola di papere (germani)... purtroppo son riuscita a fotografare (neanche troppo bene) solo la mamma, avevano colori meravigliosi...... il capo di un verde smeraldo stupendo


                           

  buon weekend!


I profumi di una volta

L’odore dei ciccioli* appena tostati,
del concime naturale gettato sul prato,
d’un campetto di erba medica 
appena  tagliato,
l’odore di un fiore selvatico nato da solo,
quel profumo di frutta matura sulle piante,
della torta tre per tre che piaceva a me
messa a cuocere nel forno del panettiere,
o della  lavanda spruzzata 
sul viso dal barbiere,
con il canto degli uccellini
anche l’aria era profumata,
era la colonna sonora della nostra giornata.

Mi vien da dire: “povera gente
del giorno d’oggi
ha tutto, non manca niente, 
per essere contenti”,
ma io…ho nostalgia, del profumo delle viole,
che nascevano selvatiche in fondo alla via,
del sapone e della lisciva*,
dei panni stesi sulla corda ad asciugare,
del fieno appena tagliato,
della striscia profumata del letame liquido,
che perdeva il carretto
che tornava dal prato 
appena concimato,
che...non eran odori che fan disgustare,
ma profumi….meravigliosi da ricordare


Tarantola Giancarlo


*I ciccioli sono un prodotto alimentare ottenuto dalla lavorazione del grasso presente nel tessuto adiposo interno del maiale nella preparazione dello strutto. Wikipedia

*lisciva - ottimo detersivo naturale per il bucato

questo mazzetto profumatissimo è per tutti voi ma soprattutto per noi donne






erano veramente teneri!



        
         

34 commenti:

  1. poesia e fiori stupendi. grazie.

    RispondiElimina
  2. che questo questo mazzolino di fiori....una colore stupendo che sa di primavera!buonissima giornata anche a te!bacioni simona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simona, son contenta tu abbia apprezzato!
      Bacioni anche a te,
      Laura

      Elimina
  3. Che belle parole e che bravo tuo marito... ha espresso perfettamente profumi e sapori!! Adoro le violette! un bacio e buon weekend

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! chi lo legge dice quasi sempre questo...riesce a toccare le corde giuste! anch'io adoro le violette!

      un bacio grande dolce Pamela

      Elimina
  4. Un bravo al poeta e a te per le foto. Auguri.

    RispondiElimina
  5. Anche qui sono spuntate le viole! Infatti pochi giorni fa mi sono fatta, come te, un bel mazzettino profumatissimo. Complimenti per la poesia di tuo marito: è proprio bella. Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di tutto Laura, si è vero son già alcuni giorni che sono sbocciate.

      Ciao cara

      Elimina
  6. Dev'essere davvero una persona profonda e dolcissima tuo marito!
    Complimenti di cuore e grazie per l'omaggio floreale.
    Buona festa anche a te cara Laura.
    un bacio

    RispondiElimina
  7. Bella poesia complimenti a Giancarlo.

    p.s. lo sapevi che i ciccioli si chiamano anche graton?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simo forse ti è sfuggito ma la poesia in dialetto lo dice....

      Bacioni

      Elimina
  8. Adoro le viole...e la poesia è davvero molto bella. Ma ti confesso...l'ho letta in italiano. Il dialetto milanese-lombardo per me è un rebus :))
    Baci, Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Mary ed è per questo che c'è sempre la traduzione, comunque non è male neanche in italiano.

      Un bacione, Laura

      Elimina
  9. Che bei fiori e bella anche la poesia. Buonissima giornata..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Antonella, son contenta ti siano piaciuti!

      Buonissima giornata anche a te

      Elimina
  10. Cara Laura oggi festa della donna, perfino il tempo lo ha capito ed ha fatto arrivare la primavera!!!
    i tuoi fiori sono bellissimi mi sono innamorato del viole.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tomaso, hai proprio ragione!!!!

      Buona serata, caro amico mio,
      Laura

      Elimina
  11. Risposte
    1. Buona domenica anche a te cara Simo!

      Elimina
  12. Che bella la poesia di tuo marito.
    A volte capita di sentire odori che non si sentono più da tanto tempo e fanno tornare bambini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!
      Hai ragione Francesca, la penso esattamente come te!!!

      Un bacione, Laura

      Elimina
  13. Ciao Laura, bellissima poesia, piena di ricordi profumosi.
    E bellissimo il mazzolino di cui ci hai fatto dono. Grazie! =)
    Daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daniela, son contenta ti sia piaciuta la poesia e il mazzetto di viole, per me è stato un piacere!

      Bacioni, Laura

      Elimina
  14. bellissima la poesia di tuo marito
    conosco moloto bene i ciccioli.
    baci

    RispondiElimina
  15. Grazie! Ma dai.....davvero Lu conosci i ciccioli?

    Un bacione e una buona serata

    RispondiElimina
  16. Good night Laura.Greetings from Turkey.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Hacer per tue sempre piacevoli visite!
      Buona settimana "dall'Italia" cara,

      Laura

      Elimina
  17. Las hortensias son unas de mis plantas favoritas ..te ha quedado un ramo precioso!!!ayyy es vajilla que pintaste Laura es una maravilla!!! como me gusta...y la poesía dedicada a las plantas es muy interesante.
    Un fuerte beso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ali Cia, anche a me piacciono molto le ortensie ce ne sono alcune con dei colori meravigliosi, mi fa piacere che ti sia piaciuta anche la poesia e i miei vassoi dipinti da me.
      Un beso grande,
      Laura

      Elimina

Grazie per i vostri commenti, sono molto graditi, risponderò volentieri a tutti!
I commenti anonimi non firmati saranno eliminati. PLEASE, NO SPAM!